Registro Dei Titolari Effettivi: Adeguamento Urgente Entro L’11 Dicembre 2023

Quali sono le nuove regole di antiriciclaggio da rispettare entro l’11 Dicembre 2023?

 Dal 9 Ottobre 2023, con un Decreto del MIMIT, sono entrate in vigore le ulteriori disposizioni normative relative alla “comunicazione, accesso e consultazione dei dati riguardanti la titolarità effettiva” secondo quanto stabilito dal d.lgs. n. 55/2022 in ambito di antiriciclaggio. Questi nuovi obblighi richiedono un adattamento immediato per garantire la conformità al Registro dei Titolari Effettivi: entro l’11 Dicembre 2023, le entità soggette a tali obblighi devono inviare la comunicazione sulla titolarità effettiva alla Camera di Commercio competente nella propria area geografica. In caso contrario, potrebbero essere applicate sanzioni amministrative e potrebbe sorgere la responsabilità penale in caso di dichiarazioni mendaci.

Chi è tenuto a comunicare i titolari effettivi? 

Fino ad ora, l’obbligo di individuare i Titolari Effettivi ricadeva esclusivamente sugli intermediari finanziari e altri soggetti che svolgono attività finanziaria. Con la nuova normativa, invece, sono tenuti a farlo:

 

  • le imprese sotto forma di persone giuridiche, come Spa, Srl, Sapa, e Coop.;
  • persone giuridiche private;
  • Trust e istituti simili ai trust.

Tali enti devono comunicare l’elenco dei Titolari Effettivi all’Ufficio del Registro delle Imprese e mantenerlo aggiornato ogni 12 mesi. L’obbligato varia da caso a caso, in base alla forma giuridica dell’entità coinvolta. Ad esempio, in una società, ciascun membro dell’organo amministrativo è considerato un obbligato.

 

Cosa comporta dal punto di vista della privacy?

Queste novità devono andare di pari passo con alcuni aggiornamenti in ambito privacy, in particolare:

  • La verifica o la redazione dell’informativa dei soci;
  • L’adeguamento del registro del trattamento dei dati personali.  
Torna in alto